IMG_5703 aprile 23

Tag

I pionieri del pallone

Seppur da più di un anno ho inaugurato la sezione delle recensioni, non sono riuscito a scriverne molte, perchè il tempo libero, la voglia e i miei ritmi di lettura non mi permettono di divorare libri e quindi di rendere questa sezione del blog più movimentata. C’è però da dire che, proprio perchè non leggo moltissimo per piacere e cultura personale, mi posso permettere di selezionare bene i libri, e se finiscono qui dentro vuol dire che a mio avviso non possono non essere comprati oppure, per la delusione che mi ha procurato la loro lettura e il conseguente tempo perso, dovete proprio lasciarli perdere, perchè se non piacciono a me che adoro tutto ciò che parla di storie di calcio, di stadio e di gente da stadio, vuol dire che sono davvero pessimi. Sono particolarmente felice di recensire oggi “I pionieri del pallone”, un libro che ho avuto la fortuna di leggere in anteprima perchè conosco gli autori che hanno la fortuna o la sfortuna di condividere con me la malattia per lo stadio e per il Novara Calcio.

Non si tratta di un romanzo o di un racconto, ma è in sostanza un database cartaceo con la storia di tutti i Club più antichi del mondo che, a partire dallo Sheffield il 24 Ottobre 1857, hanno scritto l’inizio della storia del giuoco del foot-ball. E’ diviso per macro aree territoriali (Inghilterra, Gran Bretagna ed Irlanda, Europa Centrale, Europa del Nord, Europa dell’Est, Europa peninsulare e mediterranea, Nuovo mondo e resto del mondo) con schede di ben 78 Club comprensive di storia, curiosità, foto dello stadio e della maglietta in oltre 200 pagine. L’Italia è rappresentata dal Genoa FC. Vi posso garantire che non si tratta solamente di un mero lavoro di copiatura da Wikipedia, ma rappresenta davvero un mostruoso lavoro di ricostruzione storica che non può non interessare tutti gli amanti di questo gioco.

Grazie a questo libro, per esempio, ho appreso che nello “Sheffield rules”, ovvero il primo vero e proprio regolamento scritto del gioco del calcio si stabilì una primitiva assegnazione dei ruoli di portiere e di attaccante e che le prime partite dello Sheffield erano in realtà amichevoli con squadre formate da giocatori con il cognome nella prima metà dell’alfabeto contro giocatori con il cognome nella seconda metà, e che i famosi incontri “scapoli Vs. ammogliati” nacquero proprio grazie a loro.

Ma il loro lavoro non si è fermato qui. Da veri malati e appassionati quali sono, si sono accorti di avere negli armadi delle loro case dei veri cimeli e chicche da collezionisti. E proprio per questo, in concomitanza col lancio delle vendite del libro, hanno organizzato una mostra presso il Castello di Galliate (No) dove, con ingresso gratuito, potrete ammirare dal vivo oltre 100 magliette dei Club, alcune davvero storiche. La mostra sarà aperta nei primi 3 week end di Maggio, e questa è la locandina:

locandina_mostra

Per avere informazioni ed acquistare il libro cliccate qui .

Mi auguro che questo lavoro riscuoterà un grande successo, perchè la passione, la cultura storico calcistica e il grande lavoro di questi ragazzi meriterebbe un palcoscenico quantomeno nazionale per un libro che non può mancare nelle case di chiunque ami il calcio.