TYP-447798-4623926-de_salvo01g_1 aprile 15

Tag

Sempre e solo col Novara

Dal basso del mio non essere nessuno, del non rappresentare nessuna testata se non l’opinione personale del sottoscritto, sono stato forse il primo, davanti anche a chi dello scrivere ne ha fatto una professione, a lasciare traccia scritta di una polemica a Massimo de Salvo e alla Società dopo il primo deferimento, lanciando la provocatoria domanda “ma Massimo De Salvo è pirla?”. Sono troppo legato alla mia maglia per innamorarmi di chi la indossa o la rappresenta, anche se la persona in questione era, è, e spero rimarrà la soluzione migliore degli ultimi 50 anni e nonostante questa persona abbia regalato alla piazza una categoria vista solo dai nostri nonni. Quindi mi si può dire tutto tranne che sia un filo societario o uno zerbino del Pres. Mi sono però reso conto che di quell’articolo non è arrivato subito il fatto che il mio dargli del pirla non era certamente per un sospetto “di essersi dimenticati di pagare” o peggio di non essere a conoscenza della scadenza, perchè qui entreremmo nel campo dell’incompetenza più assoluta. Ma proprio per il fatto che certe scadenze erano certe, e dando per scontato che la liquidità in quel periodo fosse disponibile, ho ritenuto che fosse da pirla mettersi nelle condizioni di farsi deferire e sanzionare. Dal basso del mio non essere nessuno e del non rappresentare nessuna testata ho avanzato delle domande che indirettamente mi sono state risposte, e se è vero che non mi hanno convinto del fatto non fosse pirla, quanto meno mi hanno chiarito che dietro a tutto questo ci fosse una logica, condivisibile o meno, ma comunque che non fosse lasciato tutto al caso, e non dico che ho pensato non sarebbero arrivate penalizzazioni, ma certamente che queste sarebbero state inferiori alle previsioni nefaste di quei giorni.

Perchè questa premessa? La premessa me la dovete concedere, perchè non mi va di passare per quello integralista con la mente chiusa e che dice “assoluzione = grande MDS”, “condanna = MDS vattene”. Troppo facile, miope ed ingiusto ragionare così. Credo che coi dovuti modi ed argomentando bene chiunque possa criticare anche chi la logica e l’onestà intellettuale consiglierebbe di non farlo, e penso che, per tutto quello che ho dato e do al Novara Calcio, per la mia passione, per la mia fede e la mia presenza attiva e propositiva nell’ambiente del tifo novarese, che ribadisco vivo quotidianamente esclusivamente perchè lo voglio io e mi sento di farlo a titolo esclusivamente personale e gratuito, abbia il diritto di dare del pirla al mio Presidente. E quindi non lo dico perchè ora è facile sparare sulla Croce Rossa ma perchè lo penso veramente che MDS sia un pirla. Perchè uno che in due anni porta la squadra dalla serie C alla massima serie, e in tre anni ci ritorna da dove è partito, e non perchè ha voluto monetizzare o lucrarci più di tanto, ma per errori strategici e tecnici nella costruzione delle squadre per me è un pirla. Perchè uno che non ha capito che nel calcio, soprattutto più in alto si sale, si debba lasciare da parte il proprio carattere da guerra fondaio e curare invece i “buoni rapporti” è un pirla. Perchè uno che interpreta i regolamenti in una maniera differente da chi i regolamenti li ha scritti, e vuole convincerlo che ha sbagliato a differenza sua che ha agito correttamente è un pirla. Perchè continuare a rifugiarsi dietro al diritto civile ignorando che nel calcio vige quello sportivo, è da pirla. E rischiare di vedersi rovinata una stagione che poteva essere vincente per un ritardo del pagamento delle tasse è clamorosamente da pirla.

Ma l’essere un pirla non vuol dire essere necessariamente in mala fede, anzi in questo Paese di merda spesso i pirla sono proprio i primi ad essere quelli onesti e in buona fede. E allora, essendo io stesso rappresentate di questa categoria, esigo che qualcuno mi spieghi come è possibile equiparare situazioni di squadre che i soldi proprio non li hanno mai pagati con chi ha solamente ritardato un pagamento e, soprattutto, come questo possa essere considerato più grave in termine di penalizzazione. Esigo inoltre che qualcuno mi spieghi cosa sia successo in questi lunghissimi giorni trascorsi ad attendere una sentenza per la quale l’accusa ha richiesto “soli” 3 punti trasformati poi in 8 da un Giudice che evidentemente ha come scopo nella vita colpire solo Reggina e Novara. Non ho mai voluto davvero credere al complotto, ed esponendomi con critiche nei confronti della Società anche in questo momento sto dimostrando di guardare la faccenda con occhio lucido, ma davvero non riesco più a non pensare che questa fottuta partita col sistema non si sia giocata su binari esclusivamente legali, ovvero che non siano subentrate altre argomentazioni che con i regolamenti, i pagamenti e le norme non hanno nulla a che vedere. Ve lo chiedo col cuore in mano, convincetemi del fatto che abbiamo solamente colpe nostre e che la penalizzazione sia giusta, argomentatemi bene il tutto perchè mai come questa volta fatico davvero trovare un senso a tutto.

Che senso ha partecipare ad un campionato se questo non è più deciso da un goal su un campo? Che senso ha partecipare ad un campionato se non hai la possibilità di giocartela alla pari perchè qualcuno dalla regia schiaccia un bottone e decide che negli ultimi 4 giri gli altri possono correre a 100 km/h, qualcuno solo a 80 km/h e te a 65 km/h? Che senso ha partecipare ad un campionato le cui regole non valgono per tutti, o comunque non vengono interpretate allo stesso modo?

Ho imparato a conoscere MDS, e proprio perchè lo conosco e so che è un pirla, ho la certezza che sia in buona fede. Mds è troppo pirla per adeguarsi al sistema, è troppo pirla per accettare di entrare in certe logiche e in certe cricche pur di avere un tornaconto personale. E’ troppo pirla per capire di smettere di fare la guerra ai mulini a vento. E di conseguenza è onesto, e allora penso che questa stangata sia solamente la vendetta per la vittoria di Pirro estiva circa la serie B a 22 squadre. E quando una sentenza è fortemente influenzata da fattori esterni alla pura legge allora vuol dire che viviamo in un Paese non libero, fortemente influenzato da diversi livelli di mafia e corruzione per cui i pirla come me e come MDS sono destinati sempre a prenderla nel culo.

Fossi MDS ritirerei la squadra. Vogliono un campionato falsato? Bene, regaliamo la salvezza alla Giana, diamo tre punti al Lumezzane e al Pordenone e cazzi loro di chi retrocederà. Questo calcio non è più credibile, e mi dispiace nel contribuire nel mio piccolo a mantenerlo vivo versandoci annualmente una marea di soldi. Ma questa è la mia vita, questa è la mia maglia e va difesa. Non sto con MDS, sto col Novara e con la mia maglia, e chi la combatte è mio nemico.